FARCI Sentire Festival dal 5 al 7 Luglio: tra musica che accade e che sta per accadere

  • 05/07/2019
  • Gaspare Daidone

Fermata Cirvumvesuviana di Scisciano. Più precisamente il suo parcheggio. Questo è il posto per chi può tranquillamente sostituire dalle parti di Napoli l’espressione “divertirsi ascoltando tanta bella musica live” con “andare al FARCI Sentire Festival”. Giunto ormai alla sua quattordicesima edizione. Torna infatti puntuale dal 5 al 7 Luglio anche quest’anno l’appuntamento campano con una buona rappresentanza del meglio che la musica emergente e indipendente possa offrire. E per una delle poche kermesse che nel meridione resiste al passare degli anni e anzi, cresce abbastanza bene, attraendo pubblico dalle regioni più vicine, pare che l’obiettivo sia stato centrato per l’ennesima volta!

Basti pensare che la lineup ufficiale del FARCI Sentire 2019, snocciolando uno dopo l’altro nomi di punta della scena pop e della canzone d’autore tricolore, recita: per la giornata d’apertura l’esibizione de La Rappresentante di Lista che, sfoderando come al solito il suo deciso tratto queer, porterà sul palco il recente album uscito per Woodworm “Go Go Diva”; il secondo giorno di festival, sabato, ad attirare l’attenzione in modo particolare, sarà invece l’esibizione del giovane cantautore indie Postino, che quest’anno ha esordito con il suo disco “Latte di Soia”; domenica infine, a far toccare l’apice alla serata ci penserà la nuova promessa di casa Bomba Dischi CLAVDIO, autore e voce del suo album di debutto “Togliatti Boulevard”.
Lunghissima poi la lista degli emergenti, scelta questa operata dalla direzione artistica di Tommaso Pragliola e dall’organizzazione dell’Arcifelix, che ancora una volta rispetta la ricetta del festival, che è quella, mischiando i generi, di accostare giovani promesse e realtà affermate che fanno da traino. Durante la tre giorni si esibiranno: La Gabbia, Marcondiro, Piqued Jacks, Romito, The CLAN - Folk n’Roll, ANNA, Gold Mass, ⁄handlogic, Nòe, Petullà.e Kaput Blue, Le Cose Importanti, Francesco Lettieri, Santino Cardamone, Ugo Crepa. Lecito scommettere quindi che il festival confermi la buona tradizione di scovare nuovi talenti a ogni edizione, da aggiungere a una schiera già abbastanza nutrita che va da I Ministri a Motta, passando per nomi ancora più celebri come Marlene Kuntz e Perturbazione. Ma il Farci Sentire come ogni anno non è solo musica live perché il vero e proprio “village” allestito per l’occasione e aperto dalle 18, oltre a un’area food&beverage, può vantare una zona dedicata allo sport, al relax e al fitness, giochi all’aria aperta e per non farsi mancare proprio nulla, anche un mercatino con artigianato, libri e dischi. Infine per il terzo anno il festival ospita sia il contest per illustratori dedicato alla memoria di Ciccio Capasso, artista di Scisciano che dipingeva ascoltando musica, sia una mostra realizzata in collaborazione con Accademia delle belle arti Napoli.
Ciliegina sulla torta è il servizio navetta che collega Scisciano alla stazione di Napoli Porta Nolana.
L’ingresso è gratuito e ogni altra informazione la trovate su www.farcisentire.it.