Live People

Apre Off Topic, il nuovo spazio per la creatività torinese

Off Topic è il nuovo progetto del TYC (Torino Youth Centre, ndr), il centro di protagonismo giovanile di via Pallavicino 35 a Torino, nato nel 2007 e presto diventato una realtà culturale importante del territorio.  Al suo interno, le numerose associazioni della rete promuovono attività culturali e sociali, sportelli di ascolto e assistenza, momenti di incontro e di dibattito. Dopo una riqualificazione strutturale, che si è focalizzata nello specifico sul rendere la struttura efficiente a livello energetico e a ridurre l’impatto ambientale e acustico sul territorio, il nuovo spazio verrà inaugurato oggi, alle 20.30. Abbiamo fatto due chiacchiere con il direttivo del TYC per saperne di più

Partiamo da un grande classico: perché la scelta di chiamare questo nuovo spazio Off Topic?
La scelta del nome è stata un’avventura vera e propria, un brainstorming di mesi. Alla fine abbiamo pensato che immaginare un luogo dove essere fuori tema potesse essere un valore, quindi Off Topic: l’unione di tante anime, teste, percorsi molto diversi.

Chi sono i volti e le operatività dietro questo hub totalmente rinnovato?
Lo spazio è coordinato dal Torino Youth Centre, un’associazione culturale che ha vinto un bando per la gestione di questo spazio nel 2007. In 10 anni sono tante le persone ad essere entrate nell’associazione e al momento il direttivo fa “capo” a tre realtà cittadine molto attive in termini culturali e sociali: Bob, Cerchio di Gesso e The Goodness Factory. Off Topic, in quanto hub culturale, ospita anche altre realtà tra cui Fnas (Federazione Nazionale Arte di Strada), Rec Tv (start up che si occupa di video), Trama (realtà formata da un’artista della stoffa e un pittore/fotografo), Isabò (creativa), Creattiva (centro di ascolto psicologico). Inoltre abbiamo un co-working a disposizione di associazioni e realtà del territorio che abbiano bisogno di uno spazio a cui appoggiarsi e dove poter contaminare il proprio lavoro con idee e suggestioni.

Mi ha colpito la descrizione di Off Topic in generale come di un “villaggio” in cui poter vivere diversi spazi e quella del suo cortile interno come “agorà”, punto di incontro e raccordo delle diverse realtà: questa condivisione partecipata secondo voi è la chiave per connettere giovani e meno giovani all’offerta culturale della città?
Noi del TYC abbiamo fondato la nostra idea di lavoro sulla formazione di reti, di connessioni e sullo scambio continuo. La programmazione di Off Topic sarà trasversale e coinvolgerà sia il quartiere, che giovani e adulti della città alla ricerca di una “seconda casa”. Il nostro obiettivo è quello di entrare in contatto con le realtà torinesi (ma non solo) che sviluppano progetti. Lo spazio è aperto ad ospitare attività performative, installazioni e residenze artistiche, laboratori e attività formative, ma anche conferenze, attività per i bambini e per le famiglie.

Quali sono le caratteristiche che rendono Off Topic diverso da qualsiasi altro locale torinese secondo voi?
Off Topic non è solo un local, e già in questo senso si distingue. Ciò che lo rende “unico” è la struttura fisica di partenza: possedere quattro spazi che possono essere contenitori di attività diverse è una grande fortuna e dovremo essere bravi a ospitare, ma anche a produrre e distribuire una cultura che si possa sposare con questo spazio.

Off Topic inaugurerà  il 15 maggio. Cosa prevede il programma estivo?
Il programma estivo è in formazione. Abbiamo deciso di “formattizzare” e di inserire tutto ciò che passerà all’interno di questo spazio all’interno di rassegne, momenti… Speriamo che questo incentivi il pubblico a muoversi e venirci a trovare, a prescindere dalla programmazione. Intanto tornerà Cantautori in Canottiera tutti i martedì di giugno e luglio; il 19 maggio ci sarà il primo Vinyl Day di Off Topic, una giornata interamente dedicata al vinile, dai mercatini, alla selezione musicale. Il 24 maggio, invece, inaugureremo 8 O’Clock, un format di musica dal vivo “all’inglese” con concerti acustici alle 20.

Qualche anticipazione invece di quello che ci riserverà la stagione 2018/2019?
A ottobre inaugureremo anche il Cubo, lo spazio più grande che ospiterà teatro, concerti ed eventi culturali. Ora è presto per parlare della programmazione nel dettaglio, ma lo spazio per intero sarà popolato da tutte le arti performative esistenti, o almeno ci proviamo! Il programma sarà sempre aggiornato sul sito www.offtopictorino.it e su tutti i nostri social.