Live People

Il sindaco di Berlino stanzia 1 milione di euro per i club

“È già finito il concerto? Ma è solo mezzanotte”
“Lo so, ma poi i vicini si lamentano”

Uno scambio di frasi molto frequente tra il pubblico dei concerti di moltissimi locali di musica dal vivo, in Italia e non solo. Arriva da Berlino, però, una delle notizie più incoraggianti dal punto di vista della salvaguardia culturale musicale in città dove i locali si scontrano, sempre più spesso con esigenze burocratiche e tecniche che li mettono in ginocchio. Dall’amministrazione della capitale tedesca è, infatti, arrivato lo stanziamento di 1 milione di euro a cui i club cittadini possono fare riferimento per dotarsi di impianti di insonorizzazione adatti per far fronte alle esigenze di chi vuole continuare a fare musica, ma anche dei residenti che vivono accanto ai locali.

Un atteggiamento esemplare che non poteva che fare il giro del mondo. Perché ovunque esiste sia l’esigenza di salvaguardare l’offerta culturale musicale, sia la voce di residenti, non interessati a queste attività notturne, che vorrebbero poter dormire la notte. Fondi come questo garantiscono un’alternativa alla chiusura, laddove le possibilità economiche dei gestori non fossero sufficienti per coprire le spese. In altre capitali, come Amsterdam, New York e Londra, esiste già la figura del “sindaco della notte” che ha proprio il compito di gestire in modo istituzionale tutto ciò che ruota intorno ai locali, agli eventi e alla vita notturna delle rispettive realtà. Ora tocca all’Italia raccogliere l’assist e fare altrettanto: trovare la chiave giusta per offrire quell’aiuto concreto ai locali cittadini che garantiscono uno spazio per la musica dal vivo, e non solo. Perché trovando alternative ai locali chiusi, hanno tutti da guadagnarci.

Via