Live People

Inizia oggi la decima edizione del Musica da Bere, con il Premio Live MdB 2019 di KeepOn

Per i suoi primi dieci anni, Musica da Bere, il concorso nazionale per band e artisti solisti autori ed esecutori di brani originali di propria composizione, si appresta a dare il via a un’edizione che si preannuncia davvero speciale e che sicuramente sarà ricordata.

Grazie alla collaborazione con la Latteria Molloy di Brescia che ha sposato l’iniziativa, le serate finali andranno in scena i prossimi 17 e 18 maggio 2019 negli spazi di #CasaMolloy con aperitivi acustici, incontri, interviste, il corso #BSMUSICA (Business, Strategia, Musica) organizzato da AstarteAgency, Doc Live e Latteria Molloy, dj set, le esibizioni dei finalisti del concorso e delle Targhe 2019, per una due giorni davvero imperdibile.

I 6 finalisti della decima edizione di Musica da Bere, selezionati tra oltre 380 iscritti provenienti da tutta Italia, sono: Fusaro (Piemonte), Ginevra (Piemonte), Pau Amma (Lombardia), Tin Woodman (Lombardia), Jesse the Faccio (Veneto) e ⁄handlogic (Toscana). Al termine della seconda serata, una giuria specializzata composta da Federico Dragogna, Max Martulli, Carmelo Pipitone, Massimo Pirotta e Giorgia Poli e una giuria composta da rappresentanti dei Festival associati a KeepOn LIVE selezioneranno rispettivamente il vincitore di Musica da Bere e il vincitore del Premio Live.

Il vincitore di Musica da Bere si aggiudicherà un premio in denaro di 2.000 Euro, la possibilità di esibirsi sul palco del festival Rock sul Serio (BG) nel mese di luglio e di Latteria Molloy (BS) nella successiva stagione live e di usufruire di una giornata gratuita negli studi di registrazione di IndieBox Music Hall a Brescia. Il vincitore del Premio Live MdB 2019, grazie alla collaborazione con KeepOn LIVE, l'associazione di categoria dei Club/Festival Italiani, si aggiudicherà la possibilità di esibirsi sul palco di sei tra i Festival associati e facenti parte del progetto Festival Experience, nel corso dell’estate 2019.

I festival che ospiteranno sul loro palco il vincitore del Premio Live MdB 2019 saranno:

Albori Music Festival - Sulzano (Bs), Giovinazzo Rock Festival – Bari, Owl Night Festival - Albizzate (Va), Woodoo Fest - Cassano Magnago (Va), Farcisentire Festival - Scisciano (Na) e Reload Sound Festival – Biella.

Targa Zen.png

Alle esibizioni dei finalisti si affiancano concerti e showcase di artisti di rilevanza nazionale cui vengono conferite le Targhe Musica da Bere.

Gli Zen Circus, venerdi 17 maggio si esibiranno sul palco della Latteria Molloy di Brescia con un breve e imperdibile showcase in formazione busker. Il 2019 è stato davvero l’anno del Circo Zen, iniziato con la partecipazione in gara al Festival di Sanremo con il brano “L’amore è una dittatura", l’uscita di “VIVI SI MUORE – 1999 - 2019”, la raccolta che ripercorre venti anni di storia musicale della band, cui ha fatto seguito il meraviglioso sold out in prevendita per il concerto evento dello scorso aprile al Paladozza di Bologna, la pubblicazione del singolo “Canta che ti passa”, l’annuncio delle prime date estive sino alla recente partecipazione al Primo Maggio di Roma. Con all’attivo dieci album, un EP, una raccolta, vent’anni di onorata carriera e una incessante attività live, hanno contribuito a definire la nuova generazione della musica italiana che con forza si è imposta a partire dagli anni zero, riuscendo, disco dopo disco, concerto dopo concerto, a crescere con il proprio pubblico diventando una certezza del rock indipendente Italiano.

Non solo gli Zen, oggi è prevista infatti il riconoscimento della Targa Musica da Bere 2019 anche per Alberto Ferrari (Verdena) che si esibirà in uno speciale showcase. Lui che è la voce, chitarra e anima dei Verdena, una delle più significative e influenti alternative rock band italiane, con all’attivo sette dischi, svariati ep e centinaia di concerti in Italia e in Europa. Numerose le collaborazioni dai Jennifer Gentle, ai The Winstons, allo split con Iosonouncane, sino ad arrivare alla recente avventura con il super gruppo degli I Hate My Village, composto dallo stesso Alberto alla voce con Fabio Rondanini (Calibro 35, Afterhours) alla batteria, Adriano Viterbini (Bud Spencer Blues Explosion) alle chitarre e la produzione di Marco Fasolo (Jennifer Gentle), con i quali pubblica lo scorso 18 gennaio per La Tempesta International il primo album omonimo in vinile. Dal 10 maggio sarà disponibile la versione cd/digitale, arricchita da quattro bonus track.

Sabato 18 Maggio, invece, riceverà la Targa Musica da Bere 2019 alla Carriera Edda, che e si esibirà in concerto al termine delle esibizioni dei finalisti del concorso. Il live di Edda si inserisce nel tour di presentazione del nuovo disco “Fru Fru”, uscito il 22 febbraio per Woodworm. “Fru Fru” è il quinto album solista di Edda, al secolo Stefano Rampoldi, ex Ritmo Tribale, astronauta del rock alternativo italiano. Un disco inconsueto, inaspettato e maturo.

Le serate inizieranno alle ore 18.30 con esibizioni sul palco acustico e uno speciale spazio interviste nel quale interverranno alcuni degli ospiti delle serate, realizzato in collaborazione con KeepOn LIVE e In viaggio con Harry - un volkswagen anni '70 dal fascino incredibile - già casa di numerose interviste “on the road”, per l’occasione parcheggiato per un paio di serate negli spazi di #CasaMolloy