Live People

Una band di cornamuse sta trollando i fan dei Red Hot Chili Peppers

È dura la vita del fan passionale e irrazionale. Vivi in attesa che la tua band preferita possa arrivare a suonare praticamente sotto casa e quando vedi qualcosa che, verosimilmente, sembra proprio quello che tanto stati aspettando, ti ci fiondi, senza informarti oltre, senza ricerche, fidandoti del tuo istinto. Sai che i biglietti potrebbero andare sold out in pochi secondi per cui clicchi in modo selvaggio fino a lasciarti andare sulla sedia: esausto ma felice.

Poi tutto passa in secondo piano, fino al giorno del concerto, quando vai sul posto, quasi ti meravigli che ci sia così poca gente, ma alla fine tu sei arrivato presto perché volevi essere tra i primi. Entri, prendi posto, applausi che precedono l’inizio del live, sul palco sale una band dotata di cornamuse. Tu ti guardi intorno e ti stupisci del calore riservato a un gruppo spalla. Poi quel gruppo spalla, però, va avanti, prosegue nel suo live, per oltre un’ora. Tu allora inizi a farti qualche domanda in più: «Ma che fine hanno fatto i Red Hot Cilli Peppers?». Cerchi indizi ovunque per riuscire a sciogliere il dilemma, poi guardi bene il tuo biglietto e una goccia di sudore freddo scorre lungo la schiena: Red Hot Cilli Pipers.

Non è una barzelletta, ma quanto sta accadendo nel regno unito dove una band di cornamuse sta letteralmente trollando diversi fan della band ben più famosa di Under The Bridge. Un caso di assonanza, la fretta, la distrazione. Tutti elementi plausibili che si trasformano poi in post sui social di utenti che, una volta davanti allo spettacolo, si lasciano andare a una risata per non essersene accorti prima. È successo in Scozia, ma anche in Irlanda del Nord, con un sorriso sorgnone della band che si definisce The most famous bagpipe band on the planet che ha potuto così allargare il proprio pubblico, anche se non per la propria musica.

[Via]