Live People

Satourday: cinque domande con Eugenio in Via Di Gioia

Gli Eugenio in Via Di Gioia hanno da qualche giorno concluso il loro primo tour siciliano: Candelai a Palermo, Lebowski on Stage allo Spazio 87 di Ragusa e OpenSpace Theater ad Agrigento. Proprio al termine di quest’ultimo live, ospitato dalla rassegna “Satourday”, abbiamo fatto cinque domande al batterista della band, Paolo Di Gioia.

 

Come funziona la preparazione del vostro live? Immaginiamo che dietro ci sia un gran bel lavoro…

Il nostro spettacolo è la congiunzione tra lavoro in sala prove, improvvisazione e spunti teatrali. Se da un lato proviamo i nuovi brani proiettandoci già nel live, dall’altro raccogliamo tutti gli input che vengono fuori dalla ricerca di pièce teatrali, anche su You Tube.


Come procede il tour? E suonare in Sicilia, era come ve lo aspettavate?

Il tour prosegue molto molto bene. Nella parte estiva abbiamo fatto tante date, ma anche da Ottobre stiamo macinando molti chilometri girando tra i live club italiani. La gente risponde alla grande: sono tutti accesi e presi bene e, soprattutto, cantano le nostre canzoni. 
In Sicilia è andata anche oltre le aspettative: ci ha stupiti la risposta del pubblico (che è stato veramente tanto). Lo spirito siciliano, con la sua cordialità e la sua accoglienza, lo conoscevamo già, avendo registrato a Palermo. Questa è stata una conferma.

Eugenii2

KeepOn Live vi aveva supportato in occasione del tour europeo del 2015, che differenze avete notato rispetto all’Italia? 

Varie, sia a livello di club che di gente. Per dirne una, all’estero le persone vengono a vedere il concerto a prescindere, anche se non ti conoscono, in Italia no. Fortunatamente questa forma di curiosità si sta diffondendo anche nel nostro Paese.

 

Se doveste inventare un talent, in cosa consisterebbe e come si chiamerebbe?

Di sicuro sarebbe incentrato sui brani inediti e non sulle cover; Il nome – bella domanda – magari qualcosa con “in Via Di Gioia”.


Per voi il palco è molto importante, con quali colleghi attuali lo dividereste?

Certamente con Willie Peyote. Ci piacciono molto anche Frah Quintale e Pinguini Tattici Nucleari.

 

>>> Segui Eugenio in Via Di Gioia