Live People

Satourday: i Blindur ospiti della rassegna agrigentina

Terzo appuntamento con i concerti di musica indipendente nel centro storico di Agrigento. Dopo i VeiveCura e Eugenio in Via Di Gioia, è la volta dei Blindur. Poi: The Trip Takers, Avanscoperta Russa e Slavi. Presenta Mauro Indelicato, dopo il live spazio al dj set.


Giovedì 21 alle 22.00 secondo live di Satourday, la rassegna di musica indipendente dell’OpenSpace Theater di Agrigento, spazio socio-artistico e culturale diretto dall’attrice, arteterapeuta e operatrice culturale Ilaria Bordenca. Varie le collaborazioni sperimentate dall’organizzazione: da quella con il giornalista Mauro Indelicato, che presenterà la serata, alla media partnership con KeepOn Live, il circuito dei live club italiani. Dopo il concerto spazio al dj set.

Ecco le altre date del programma di dicembre: 23 The Trip Takers, 26 Avanscoperta Russa, 30 Slavi-Bravissime persone.

Blindur è un duo nato nella primavera del 2014 da Massimo De Vita, cantautore, polistrumentista e produttore, e Michelangelo Bencivenga, polistrumentista. Il sound del duo si ispira alle atmosfere del folk e del post rock, con un piede a Dublino e l'altro a Reykjavík. L'amore per il Nord Europa permea tutto il lavoro della band, a partire dalla scelta del nome, una parola islandese. Per i testi il riferimento è sicuramente da rintracciare nella tradizione e la poetica del cantautorato italiano, con un occhio più attento a quello moderno.

Nonostante siano solo 2 i musicisti in scena, il suono è ricco e articolato e l'ampio set up (chitarre acustiche ed elettriche; banjo; glockenspiel; effettistica ed elettronica minimale; cassa, rullante e tamburello, il tutto rigorosamente a pedale) contribuisce a dare la sensazione di stare ascoltando una band composta da più elementi. Il trucco è semplicemente godersi il tutto ad occhi chiusi. Il duo napoletano nei primi 24 mesi circa di attività ha già collezionato più di 150 concerti tra Italia, Belgio, Islanda, Francia, Germania e Irlanda, prendendo parte ad importanti festival internazionali, ad esempio il Body&Soul Festival a Westmeath e l'Airwaves Festival a Reykjavik. La band ha prodotto nel 2014 un Ep dal vivo presso gli studi di registrazione Casa Lavica e nel 2016 un mini album acustico "live in giardino"; vinto l'edizione 2014 del premio Donida, il premio Muovi la Musica 2014, il premio Nuova Musica Italiana 2015, il premio Pierangelo Bertoli 2015; il premio Fabrizio De Andrè 2015, il premio Buscaglione “Sotto il cielo di Fred” 2016 e il premio Tempesta Dischi sempre nell'ambito dell'edizione 2016 di "Sotto il cielo di Fred". Inoltre la band è tra i 16 finalisti per l'edizione 2016 di Musicultura e tra i 9 finalisti per Musica da bere 2016. Nel 2016 Blindur è tra le 10 band rivelazioni dell'anno secondo la rivista Keepon.

Ha aperto i concerti di numerosi artisti del panorama indipendente italiano come Tre allegri ragazzi morti, Dellera, Dimartino, Giorgio Canali e Rossofuoco, Cristiano Godano (Marlene Kuntz), Il disordine delle cose, Iosonouncane, Dente, Nobraino, Bandabardò, Sictamburo, Calcutta. Blindur ha collaborato in ambito internazionale con artisti irlandesi come Johnny Rayge, con il quale ha realizzato un mini tour di 11 date in Italia nel novembre 2014; ha condiviso il palco con il poeta e cantautore canadese Barzin nella data napoletana del suo ultimo tour europeo; ha inoltre lavorato con Birgir Birgisson, storico fonico e produttore di Sigur Ros e non solo.  

Appuntamento, quindi, a giovedì 21 dicembre, alle 22.00 all’OpenSpace Theater, in via Empedocle 159 ad Agrigento.