Live People

Satourday, una nuova rassegna ad Agrigento


La musica indipendente ha trovato una nuova casa ad Agrigento: da sabato 9 dicembre inizia Satourday, all'Openspace Theater!


Tra poco, nel capoluogo agrigentino, prenderà forma una nuova realtà: si tratta di Satourday, rassegna di band indipendenti che proporrà al pubblico alcuni tra i progetti più interessanti del panorama italiano. Nel solco di quanto avviato già da qualche anno con le rassegne organizzate in provincia, tra Licata, Favara, Castrofilippo, Porto Empedocle, il nuovo progetto concentra nella Città dei Templi l’offerta di musica dal vivo, cercando di farne un polo d’attrazione unitario. L’intento è fare conoscere ed emergere questo territorio anche nell’ambito dei relativi circuiti nazionali.   

Laboratorio teatrale, galleria e, appunto, sala concerti, OpenSpace Theater è lo spazio che ospiterà la rassegna. Ideato da Ilaria Bordenca, attrice e creativa agrigentina, è un luogo aperto all’arte, nel cuore della città di Agrigento, che si pone e si propone come punto di riferimento sociale e culturale, atto alla formazione, alla produzione ed alla distribuzione delle discipline artistiche, che fanno la cultura di un popolo e quindi ne definiscono l’identità. Al suo interno operano varie associazioni che da decenni sono impegnate sul territorio ed oltre, rivolgendosi al teatro, alla musica, alla danza, al cinema, alla pittura ed alla scultura.

Gli artisti che calcheranno il palco di OpenSpace provengono da tutta Italia: da Torino a Palermo, da Napoli a Messina, da Bologna a Modica.      
I VeiveCura, dream pop dal ragusano, apriranno la rassegna sabato 9 dicembre. Nato come progetto solista dalle mani di Davide Iacono nel 2010, il gruppo si è affermato in ambito nazionale con il recente tour.

Gli Eugenio in Via Di Gioia, band pop-folk torinese, si esibiranno sabato 16. Già definiti dalla stampa “dinamitardi, divertenti e lanciatissimi”, presenteranno per la prima volta in Sicilia “Tutti su per terra”, il loro ultimo disco.  


Massimo de Vita e Michelangelo Bencivenga, in arte Blindur, suoneranno per Satourday nell’extra previsto per il 21 dicembre. Dopo l’album uscito per La Tempesta e un tour che sembra non fermarsi mai, hanno portato il loro post-rock cantato in italiano nella riedizione di “Tregua” di Cristina Donà.      

I messinesi The Trip Takers arriveranno ad Agrigento il prossimo 23 dicembre, al ritmo del beat anni ’60 che contraddistingue anche i loro dieci inediti.   

Il 26 sarà la volta di Avanscoperta Russa, progetto rock-blues palermitano che lega Fabio Rizzo (Waines, Montoya), Marco Petrigno e Giusto Correnti (Le Luci della Centrale Elettrica, Dimartino).

Il 30 dicembre si chiuderà in bellezza (e ballo) il primo mese di rassegna, con gli Slavi – Bravissime persone: un po’ di Nobraino e un po’ di Duo Bucolico per un live esplosivo al ritmo di balkan.

Al termine di ogni concerto si terrà un dj set, mentre all’interno della rassegna si dedicherà uno spazio anche a proiezioni, showcase ed esposizioni che verranno annunciate a breve nel dettaglio, svolte in collaborazione con altri attori della vita culturale agrigentina.

L’obiettivo del progetto è far transitare anche da Agrigento la musica indipendente che sta contagiando tutta la Penisola, tra live club, come quelli del circuito KeepOn Live, e festival. Ma anche fare rete con i promoter e i locali che propongono musica dal vivo in Sicilia.

Appuntamento, quindi, a sabato 9 dicembre, alle 22.30 all’OpenSpace Theater, in via Empedocle 159 ad Agrigento.